Chiamaci: +39 0825 626115
Call us toll free: +39 0825 626115

Da il Sabato del 13 Marzo 2004

Veronelli arriva in città: Amo la Vostra cucina
Il padre della gastronomia italiana da Zia Pasqualina a mangiare scarole e fagioli.

Prima di pranzare il maestro, che è di casa in Via Pianodardine, è entrato in cucina ed ha salutato calorosamente la SignoraVincenza ed il marito Rino Alvino, figlio di nonnaPasqualina. In sala da padrone l’ha fatta Sabino Alvinocheha provvedutoal menù ed ai vini. Veronelli ha chiesto espressamente le patate saltate con i peperoni in padella, la sua passione Il menu, ha previsto come antipasto. capicollo paesano, ricottine di pecora, mozzarelle di bufala, verdurine lesse, scarole con fagioli e cotiche.
I primi: fusilli al ragù con una spolverata di pecorino Carmosciano di Rocca San Felice. Come secondo è stato preparato il baccalà in casseruola e un misto di carni al ragù che Sabino ha abbinato con un Taurasi Docg del 2000 e un Historia del 2000. Qualcosa di irresistibile per i commensali.

Alla fine al tavolo è stato servito il dessert fatto in casa: torta di ricotta e pera accompagnato da un passito di casa Alvino.

Senza conceder voti, Veronelli andando via ha detto un ottimo pranzo tra amici come piace a me.

About the Author:

Sorry, the comment form is closed at this time.

Related Posts