Chiamaci: +39 0825 626115
Call us toll free: +39 0825 626115

Da La Repubblica del 1 novembre 2003

I signori del vino
L’introvabile rosso del giovane oste

Intorno ad un vino senza nome si è formato un club.
Nella terra dell’aglianico ce n’è uno che non troverete mai tra enoteche e guide.
E’ per i clienti, coperto dal geloso segreto i un oste arrivato alla trattoria della nonna Pasqualina “Valleverde” dall’Agrario di Avellino.
Un ragazzo che ha più sogni che anni. Vuole stupire. In cucina non può, è la stessa d mezzo secolo, quando c’erano 10 posti e un campo di bocce. Verdure dell’orto, zuppe, carni, baccalà. Osteria antica come le sue ricette. Vi trovi mercanti, politici, intellettuali e grandi firme del settore. Enzo Ercolino di “Feudi” e quel Roberto Anselmi signore dei bianchi che firma “Capitelli”. Sabino poteva migliorare solo il vino.
Aglianico di Taurasi in purezza, 13.5 gradi,quattro anni con poco acciaio e molto legno in botte grande. Sentori di sottobosco, frutta rossa matura, un soffio di cacao. Gran vino. Ve ne fossero così.

About the Author:

Sorry, the comment form is closed at this time.

Related Posts